• Views697 Views
  • Comments no responses

Non tutti sanno che il riso è originario dell’ Asia, dove già 8000 anni fa veniva consumato e costituiva l’elemento base dell’ alimentazione. Nel corso dei secoli è giunto fino a noi e ne è cominciata la coltivazione nell’ Italia settentrionale. Uno dei grandi pregi del riso è che si presta a svariati abbinamenti sia dolci che salati. Insuperabile i risotti, le zuppe e le minestre. Il riso risulta essere più digeribile della pasta e contiene circa 340 calorie per 100 grammi. Ha anche una buona fonte di proteine e di vitamine PP, B2 e nel riso integrale B2. Ci sono vari tipo di riso che hanno caratteristiche diverse vediamo quali sono.
Riso Parboiled: è un riso che viene precotto quando è ancora greggio ecco perché cuoce in circa 3 minuti.
Riso Basmati: profumato e dal sapore aromatico, durante la cottura mantiene una buona consistenza e viene utilizzato molto nelle cotture al vapore.
Riso Rosso: ricco di ferro, proteine e amilosio.
Riso Venere: esternamente è di colore nero, ha una cottura piuttosto lunga ma è ricco di proteine e minerali.
Riso Thai: originario della Thailandia una volta cotto sprigiona un caratteristico aroma di spezie.

Per la scelta del riso è bene optare su un prodotto di qualità, prima di cuocerlo, a meno che non lo richieda la ricetta, non lavatelo mai poiché si rischia di perdere le sostanze nutritive. Diversamente il riso integrale va tenuto in ammollo per diverse ore in acqua fredda.